Il corso “SIRIO” è destinato prevalentemente ad adulti lavoratori o comunque a coloro che non possono frequentare nelle ore antimeridiane.
E’ stato attivato nell’anno scolastico 2001/2002 con una prima classe corso IGEA e da quest’anno è stata attivata una prima classe articolata ragionieri-geometri.
Il costo del corso è limitato al pagamento delle sole tasse scolastiche.
Le lezioni si svolgono dal Lunedì al Venerdì dalle ore 16:00 alle 21:00.
I laboratori funzionanti, sono gli stessi che sono utilizzati dagli studenti dei corsi diurni.
La necessità del Progetto Sirio nasce dall’opportunità di venire incontro ad una utenza che ha
caratteristiche e bisogni diversi da quella diurna L’utenza è costituita da giovani che riprendono gli studi, consapevoli dell’emarginazione culturale e/o lavorativa cui vanno incontro con la sola licenza media e da
adulti che, già inseriti in un ambito lavorativo, vogliono qualificare la propria professionalità o sono spinti dal desiderio di accrescere le proprie conoscenze: pertanto, il percorso didattico tiene conto degli ostacoli da rimuovere in una personalità già formata, soprattutto come resistenza al cambiamento, difficoltà mnemoniche, necessità di crearsi un metodo.
A questo si aggiunge la competitività e la reticenza ad esporsi a giudizi altrui.
Il corso Sirio, pertanto, prevede un percorso flessibile con un numero di materie inferiori al corso diurno e una riduzione d’orario.

 

 

 

 
 
  • Ha idee innovative per valorizzare la bellezza e la ricchezza del patrimonio artistico e paesaggistico;
  • Capacità comunicative e linguistiche;
  • Ha facilità di intrattenere rapporti interpersonali positivi, attenti alle esigenze degli altri.
   
  • Ti interessa valorizzare il patrimonio artigianale e promuovere la cultura enogastronomia;
  • Ti interessano le tecniche di trasformazione, conservazione e commercializzazione dei prodotti;
  • Vuoi veicolare i messaggi di cui il turismo è portatore;
  • Sei sensibile al concetto di turismo sostenibile.
     
 
 
  • Nel comparto delle imprese del settore turistico;
  • Di diritto, economia aziendale, e legislazione turistica;
  • Di marketing, di progettazione e di consulenza;
  • Informatiche, linguistiche e interculturali;
  • Nella valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio artistico, artigianali, enogastronomico e paesaggistico.
   
  • Contribuire a valorizzare la ricchezza del patrimonio ambientale ed artistico anche per uno sviluppo turistico ecosostenibile;
  • Contribuire all’innovazione e allo sviluppo tecnologico dell’impresa turistica;
  • Comunicare in tre lingue straniere;
  • Facilitare le relazioni interpersonali in situazioni interculturali.
     
 

 

Cosa posso fare dopo il diploma

 

 
 

Tra le figure professionali più
richieste per l’intero settore cui
accedere anche con livelli di
istruzione post-diploma:

  • Guida turistica,
  • Operatore congressuale e turistico,
  • Programmatore turistico,
  • Direttore tecnico di agenzia di viaggio.
   
Potrai continuare gli studi presso:
 
Gli Istituti Tecnici Superiori dell’Ambito “Fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale” attualmente presenti a: Roma,
Jesolo (VE), Napoli, Caltagirone (CT), Siracusa e Cesena.
 
L’Università più idonea alle tue caratteristiche. Visita il portale Universitaly
 
     
 

 

Video indirizzi e percorsi di studi superiori

                                

Il 21,9% delle imprese prevedono assunzioni
 
 
Lo studente può scegliere tra:
  • commercializzazione ed erogazione servizi turistici

 
 
  • E’ interessato alle tendenze dei mercati locali, nazionali e globali;
  • Vuole svolgere attività di marketing;
  • Vuole inserirsi nel settore aziendale e nei mercati dei prodotti assicurativo-finanziari.
   
  • Vuoi applicarti nelle nuove tecnologie per la gestione aziendale;
  • Vuoi gestire e partecipare alla promozione di progetti e attività d’impresa;
  • Ti interessa la gestione delle imprese;
  • Vuoi entrare in contatto con il mondo dell’economia e della finanza.
     

 

 
 
  • Amministrative e gestionali, di finanza e di marketing;
  • Linguistiche e informatiche integrate;
  • Per interpretare i sistemi aziendali nei loro modelli, processi e flussi informativi;
  • Per contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa inserita in un contesto internazionale.
   
  • Intervenire nella pianificazione, nella gestione e nel controllo di attività aziendali;
  • Trovare soluzioni innovative riguardanti il processo, il prodotto e il marketing;
  • Operare per la promozione dell’azienda;
  • Migliorare qualità e sicurezza dell’ambiente lavorativo.
     
 

 

Cosa posso fare dopo il diploma

 

 
 

Tra le figure professionali più
richieste per l’intero settore cui
accedere anche con livelli di
istruzione post-diploma:

  • Addetto alla contabilità generale,
  • Direttore commerciale,
  • Responsabile della comunicazione,
  • Responsabile del bilancio.
   
Potrai continuare gli studi presso:
 
Gli Istituti Tecnici Superiori dell’Ambito “Servizi alle Imprese” attualmente presenti a: Viterbo, Grumello del Monte (BG), Brescia e Recanati (MC).
 
L’Università più idonea alle tue caratteristiche. Visita il portale Universitaly
 
     
 

 

Video indirizzi e percorsi di studi superiori

                             

 

Il 21,5% delle imprese operanti in servizi finanziari ed assicurativi prevedono assunzioni
 
Lo studente può scegliere tra:
  • L’indirizzo generale “Amministrazione, finanza e marketing”
  • L’articolazione “Sistemi informativi aziendali”
Il liceo classico consente di approfondire lo studio della civiltà classica e della cultura umanistica (letteratura italiana e straniera, storia, filosofia, storia dell’arte), senza per questo trascurare le scienze matematiche, fisiche e naturali.

Lo studente può così comprendere la realtà contemporanea alla luce del confronto con la civiltà classica, che ha avuto un ruolo decisivo nella formazione della civiltà occidentale. L’accesso alla cultura classica è assicurato dallo studio intensivo del greco antico e del latino.

 
 
  • E’ curioso di capire l’origine culturale e storica di ciò che c’è nella realtà;
  • Vuole scoprire le risorse culturali, sociali e professionali nella civiltà classica e nelle scienze umanistiche.
   
  • Vuoi possedere una cultura di base ampia e un allenamento intellettuale che ti facilitano il successivo percorso universitario.
     

 

 
 

  • Conoscere lo sviluppo della nostra civiltà nei suoi diversi aspetti (linguistico, letterario, artistico, storico, istituzionale, filosofico, scientifico);
  • Comprendere il valore della tradizione come possibilità di comprensione critica del presente;
  • Apprendere le lingue classiche e comprendere i testi greci e latini per una più piena padronanza della lingua italiana;
  • Argomentare e interpretare testi: complessi, di risolvere diverse tipologie di problemi;
  • Saper riflettere criticamente sulle forme del sapere e collocare il pensiero scientifico all’interno di una riflessione umanistica.
 
   

 

                        

 
 
  • Attraverso l’enogastronomia e l’ospitalità vuole comunicare la varietà e la ricchezza dei prodotti e delle tradizioni esaltando l’agroalimentare;
  • Vuole essere “ambasciatore” della cucina italiana nel mondo.
   
  • Ti piace operare nel settore della ricezione e dell’ospitalità valorizzando gli aspetti tipici del territorio italiano, meta di milioni di turisti;
  • Vuoi  valorizzare i prodotti tipici del Made in Italy.
     

 

 
 
  • Tecniche, economiche e normative nelle filiere dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera, nei cui ambiti potrai intervenire in tutto il ciclo di organizzazione  e gestione dei servizi;
  • Che valorizzino il patrimonio delle risorse ambientali, artistiche, culturali, artigianali del territorio e la tipicità dei prodotti locali.
   
  • Operare nella gestione dei servizi enogastronomici, dell’accoglienza, della ristorazione e dell’ospitalità alberghiera;
  • Attivare sinergie tra servizi di ospitalità- accoglienza e servizi enogastronomici anche con l’individuazione di nuove tendenze;
  • Curare la progettazione e programmazione di eventi per valorizzare il patrimonio delle risorse ambientali, artistiche, culturali del territorio e la tipicità dei suoi prodotti.
     
 

Cosa posso fare dopo il diploma

 

 
 

Tra le figure professionali più
richieste per l’intero settore cui
accedere anche con livelli di
istruzione post-diploma:

  • Maitre,
  • Chef,
  • Cuoco Barman,
  • Cameriere,
  • Responsabile servizi alloggio,
  • Responsabile servizi ricevimento,
  • Responsabile servizi ristorazione,
  • Direttore d’albergo.
   
Potrai continuare gli studi presso:
 
Gli Istituti Tecnici Superiori dell’Ambito “Fruizione e valorizzazione
del patrimonio culturale” attualmente presenti a: Roma, Jesolo (VE), Napoli, Caltagirone (CT), Siracusa e Cesena.
 
L’Università più idonea alle tue caratteristiche. Visita il portale Universitaly
 
     
 

 

Video indirizzi e percorsi di studi superiori

                          

 

 

Il 21,9% delle imprese del settore prevedono assunzioni
 
Lo studente può scegliere tra:
  • Enogastronomia
  • Servizi di sala e di vendita
  • Accoglienza turistica

      

 

 
 
  • Ama la vita all’aria aperta;
  • Vuole valorizzare le risorse agroalimentari del territorio rispettando l’ambiente e migliorare la qualità dei prodotti agrari per il benessere delle persone e lo sviluppo del settore, uno dei punti di forza del Made in Italy;
  • Vuole operare nel settore agrario, agroalimentare e dell’agroindustria.
   
  • Sei affascinato dai “saperi antichi” e, allo stesso tempo, dall’evoluzione tecnologica di questo settore;
  • Hai interesse per le produzioni e trasformazioni dei prodotti agrari, agroalimentari e agroindustriali, anche zootecnici;
  • Sei interessato alla qualità e tracciabilità dei prodotti agroindusriali.
     

 

 
 
  • Nel campo, nell’organizzazione e nella gestione delle attività produttive, trasformative e valorizzative;
  • Negli aspetti relativi alla gestione del territorio con particolare riguardo agli equilibri ambientali, idrogeologici e paesaggistici.
   
  • Condurre tecnicamente aziende agrarie e zootecniche anche nella dimensione cooperativa-consortile;
  • Collaborare alla realizzazione di processi produttivi ecosostenibili applicando i risultati delle ricerche più avanzate;
  • Controllare la qualità delle produzioni sotto il profilo fisico-chimico, igienico ed organolettico;
  • Collaborare nella gestione delle attività promozionali per la valorizzazione di prodotti tipici agroalimentari.
     
 

Cosa posso fare dopo il diploma

 

 
 

Tra le figure professionali più
richieste per l’intero settore cui
accedere anche con livelli di
istruzione post-diploma:

  • Perito Agrario;
  • Tecnico ispettore in agricoltura biologica.
   
Potrai continuare gli studi presso:
 
Gli Istituti Tecnici Superiori dell’Ambito “Sistema Agroalimentare” attualmente presenti a: Teramo, Vetralla (VT), Minoprio (CO), Borgo Piave (LT), Conegliano (TV), Campobasso, Locorotondo (BA), Messina e San Secondo Parmense (PR).
 
L’Università più idonea alle tue caratteristiche. Visita il portale Universitaly
 
     
 

 

Video indirizzi e percorsi di studi superiori
                         

Il 18,4% delle industrie prevedono assunzioni
 
Centinaia di migliaia di imprese operano nel settore agrario e costituiscono una parte molto importante del tessuto produttivo nazionale oltre alla produzione, il valore aggiunto del settore è costituito dalle attività di: 
  • trasformazione dei prodotti agricoli
  • salvaguardia del territorio e della biodiversità
 
L’indirizzo agraria, agroalimentare e agroindustria comprende:
Coltivazioni, allevamento, biotecnologie, gestione dell’ambiente e territorio
 
Ambiti professionali:
  • Produzione, trasformazione, commercializzazione, controllo qualità e tracciabilità dei prodotti agrari e zootecnici
  • Progettazione, direzione e collaudo opere di miglioramento nel pieno rispetto della tutela e salvaguardia ambientale.

Lo studente può scegliere tra:

  • L’articolazione “Produzioni e trasformazioni”
  • L’articolazione “Gestione dell’ambiente e del territorio”
  • L’articolazione “Viticoltura ed enologia”

      

 
 
  • È interessato ad operare nel settore delle costruzioni con l’attenzione alla tutela del territorio;
  • È sensibile ai temi della tutela e della valorizzazione dell’ambiente.
   
  • Ti interessa il campo delle costruzioni e la trasformazione e conservazione di immobili;
  • Ti interessa operare per la salvaguardia del territorio e la prevenzione dei rischi ambientali;
  • Sei attratto dall’attività edile, dal rilievo topografico, dall’estimo.
     

 

 
 
  • Nel campo dei materiali, degli strumenti e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni;
  • Grafiche, progettuali e informatiche nel campo edilizio;
  • Nell’organizzazione dei cantieri;
  • Nell’amministrazione di immobili;
  • Relative alla sicurezza nei luoghi di lavoro e alla tutela ambientale.
   
  • Intervenire nella gestione e manutenzione dei fabbricati;
  • Selezionare materiali da costruzione adeguati;
  • Operare nell’ambito dell’edilizia;
  • Ecocompatibile e nel rispetto della normativa sulla tutela dell’ambiente.
     
 

Cosa posso fare dopo il diploma

 

 
 

Tra le figure professionali più
richieste per l’intero settore cui
accedere anche con livelli di
istruzione post-diploma:

  • Responsabile del servizio di prevenzione e sicurezza del lavoro
  • Esperto di antinfortunistica
  • Direttore di cantiere
  • Direttore dei lavori

 

 
Potrai continuare gli studi presso:
 
Gli Istituti Tecnici Superiori nell’ambito “Sistema casa” attualmente presenti a Pavia oppure dell’ambito “Conservazione, riqualificazione e messa in sicurezza edifici e luoghi di interesse culturale” di Ferrara
 
 
L’Università più idonea alle tue caratteristiche. Visita il portale Universitaly
 
     
 

 

Video indirizzi e percorsi di studi superiori

                           

 

Il 12,5% delle imprese operanti nel settore prevedono assunzioni
 
Ambiti professionali:
  • Progettazione, realizzazione, conservazione, trasformazione opere civili
  • Organizzazione, assistenza, gestione cantiere
 
Lo studente può scegliere tra:
  • L’indirizzo generale “Costruzioni, ambiente e territorio”